Pages Navigation Menu

Il Vino, Il Verde, il Vago

Chi l’ha detto che si prega solo a mani giunte?

Chi l’ha detto che si prega solo a mani giunte?

Mentre rientravo a casa in macchina, ieri notte, li ho pensati a lungo. Li ho pensati quelli che escono dai concerti un pugno di minuti prima della fine per evitare le code o schivare la gente – e sono gli stessi che lasciano lo stadio in anticipo incuranti di ogni destino che fino all’ultimo ha diritto di compiersi.

Mancava poco, ieri sera dentro l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, alla chiusura dell’immenso concerto di Grigory Sokolov su Haydn e Schubert in puro stato di grazia. Lui tra i pochi viventi al mondo che regga ancora un simile livello, lui noto per la divinazione con cui rispetta ed esalta lo strumento.

Mancava poco alla fine – e lo capisci dal crescendo – quando alcuni si sono alzati per “guadagnare tempo” sulla vita. Si sono persi l‘imprevedibilità di sei bis, uno più inaspettato dell’altro, uno più generoso del precedente, un andirivieni dalle quinte al palco con l’occhio di bue che gli guidava il passo e un pubblico che sembrava applaudire a Mick Jagger perché si grida pure ai concerti di classica e non solo allo stadio. Trentacinque minuti regalati al pubblico. Che poi un bis non è più il concerto, è la leggerezza di aggiungere altra punteggiatura a ciò che hai già detto per due ore, è il gusto di allenarti e derogare.

Ad ognuna delle sei uscite, stessi gesti e stessi passi.
Ad ognuna delle sei uscite, mai una volta avanti al piano, sempre al fianco, e ad ogni grazie una mano poggiata sopra come un soffio e come solo un padre sa dire al figlio “sono qui”.

Chi l’ha detto che si prega solo a mani giunte?
I pianisti come Sokolov, mentre sui tasti sciolgono dita di tregua e di dolore, invocano il silenzio.
E ditemi se non è questa una preghiera.

 

#ilVago31

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>